Emendamento Rampi: la laurea in Scienze delle Religioni e l’insegnamento scolastico

Keywords: Emendamento Rampi, laurea in Scienze delle Religioni, LM 64, classi di concorso, insegnamento.

Negli ultimi due mesi ha fatto molto discutere l’emendamento presentato dal senatore del PD Roberto Rampi in merito all’equiparazione della laurea in Scienze delle Religioni (LM 64) con quelle di storia, filosofia e antropologia culturale ai fini della partecipazione alle procedure concorsuali per il reclutamento di personale della pubblica amministrazione.
Le senatrici Bianca Laura Granato e Luisa Angrisani hanno contestato l’emendamento, sostenendo che attraverso questa laurea ora ci sarà un’ingerenza diretta della CEI nella scuola pubblica. Ma come stanno davvero le cose?
L’emendamento si riferisce alla laurea statale in Scienze delle Religioni (LM 64). La laurea LM 64 è un percorso di studi inserito in alcune facoltà di lettere-storia e filosofia in diverse università statali italiane (nel 2021 Roma Tre, Roma Sapienza, Torino, Padova-Venezia). Già prima i laureati di questo corso di studi potevano accedere – con gli opportuni CFU indicati dalle tabelle ministeriali – alle classi di concorso A018 e A019;con la totale equiparazione delle suddette lauree, previo possesso dei crediti formativi necessari negli specifici settori scientifico-disciplinari, ora potranno insegnare anche in altre classi di concorso, come ad esempio A011, A012, A022 e A054.

RAMPI AMENDMENT: Degree in the Sciences of Religions and school teaching

Keywords: Rampi amendment, degree in Sciences of Religions, LM 64, teaching classes, teaching.

Over the last two months, the amendment proposed by PD senator Roberto Rampi concerning the equivalence of the Master’s degree in Sciences of Religions (LM 64) with those in History, Philosophy and Cultural Anthropology has caused much debate. Senators Bianca Laura Granato and Luisa Angrisani contested the amendment, arguing that this Master’s degree will now allow the Italian Episcopal Conference to intervene directly in public schools. But how do things really stand?
The amendment refers to the Italian Master’s degree in “Scienze delle religioni” (Sciences of Religions – LM 64). The Master’s degree in Science of Religion (LM 64) is a course of study included in some faculties of literature-history and philosophy in several Italian public universities (Roma Tre, Roma Sapienza, Turin, Padua-Venice). Already in the past, graduates of this Master’s degree could access – with the appropriate credits indicated in the ministerial tables – to the A018 (Philosophy and Humanities) and A019 (History and Philosophy) recruitment classes for teachers (“classi di concorso”), and now with the full equivalence, subject to possession of the necessary training credits in the specific academic disciplines , they can also teach in other subject certifications, such as Literary Subjects and Latin, History and Geography, Art History.
Da: https://www.senato.it
Si riporta qui di seguito il testo dell’emendamento n. 10.27 al DDL n. 2167:
Below is the text of the amendment no. 10.27 al DDL n. 2167:
«1-bis. A decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, ai fini della partecipazione alle procedure concorsuali, per il reclutamento di personale delle amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2 del decreto legislativo 30 maggio 2001, n. 165, il possesso del titolo di laurea magistrale in scienze delle religioni (LM 64), secondo la classificazione indicata dal decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 22 ottobre 2004, n. 270, spiega i medesimi effetti del titolo di laurea magistrale in scienze storiche (LM 84), scienze filosofiche (LM 78) e in antropologia culturale ed etnologia (LM 01)».

Link: http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Emend&leg=18&id=1297611&idoggetto=1217116

Si propone quindi una rassegna stampa relativa a questo tema, con informazioni sulla laurea LM 64, sui relativi sbocchi professionali, sull’emendamento del senatore Rampi e sul dibattito che esso ha generato.

A press review on this subject is therefore proposed, with information concerning the Master’s degree in Sciences of Religions (LM 64), its professional opportunities, Senator Rampi’s amendment and the debate it has generated.

Da: orizzontescuola.it
Reclutamento, chi ha una laurea in Scienze delle religioni potrà insegnare Storia Filosofia. Emendamento PD approvato
In seguito all’approvazione dell’emendamento del senatore Rampi, in Italia ci saranno nuovi sbocchi per i laureati in Scienze delle Religioni (LM 64).
Thanks to the approval of Senator Rampi’s amendment, there will be new job opportunities for graduates in Sciences of Religions (LM 64) in Italy.
“Importante novità in arrivo per i laureati in scienze delle religioni. Con un emendamento approvato al decreto Covid, chi ha conseguito la laurea in scienze delle religioni (LM 64) potrà partecipare alle procedure concorsuali per i posti disponibili con titolo di laurea magistrale in scienze storiche (LM 84), scienze filosofiche (LM78) e in antropologia culturale ed etnologia (LM 01)”.
Read more:
https://www.orizzontescuola.it/reclutamento-chi-ha-una-laurea-in-scienze-delle-religioni-potra-insegnare-storia-e-filosofia-emendamento-pd-approvato/
Data: 13/05/2021.

Da: obiettivoscuola.it
Equipollenza laurea in Scienze delle religioni con laurea in Scienze storiche, Scienze filosofiche e Antropologia culturale ed Etnologia [Emendamento Approvato]
L’approvazione dell’emendamento Rampi consentirà ai laureati in Scienze delle Religioni (LM 64) di avere accesso a diverse classi di concorso. È molto importante distinguere tra la laurea statale in Scienze delle religioni e quella in Scienze religiose conferita dalle università pontificie .
The approval of the Rampi amendment will allow graduates in Sciences of religions (LM 64) to have access to various recruitment classes for teachers. It is very important to distinguish between the State degree in “Scienze delle Religioni” (Sciences of Religion LM 64) and the ecclesiastical degree in Religious Sciences.
“Secondo l’emendamento approvato, a decorrere dall’entrata in vigore della Legge di conversione, ai fini della partecipazione alle procedure concorsuali e per il reclutamento nelle pubbliche amministrazioni, i laureati in scienze delle religioni (LM 64) avranno in sostanza un titolo equipollente alla laurea magistrale in scienze storiche (LM 84), scienze filosofiche (LM-78) e in antropologia culturale ed etnologia (LM 01). Tali titoli consentono l’accesso a diverse classi di concorso”.
Link: https://www.obiettivoscuola.it/articoli/equipollenza-laurea-in-scienze-delle-religioni-con-laurea-in-scienze-storiche-scienze-filosofiche-e-antropologia-culturale-ed-etnologia-emendamento-approvato/
Data: 14/05/2021.

Da: orizzontescuola.it
Le senatrici Granato e Angrisani (L’Alternativa c’è) criticano l’emendamento Rampi. Laureati in Scienze delle religioni insegnanti di Lettere, l’affondo di Granato: “Equipollenza per usare la scuola come ufficio di collocamento dei raccomandati della curia”
L’approvazione dell’emendamento proposto da Rampi ha suscitato la reazione delle senatrici Granato e Angrisani che denunciano il fatto come un attacco alla laicità.
The approval of the amendment proposed by Rampi provoked the reaction of Senators Granato and Angrisani, who denounced it as an attack on secularism.
“Con questo emendamento i laureati in scienze delle religioni potranno insegnare italiano, storia e geografia nella scuola media, storia e filosofia nei licei e anche italiano e storia negli istituti tecnici. Hanno creato un’equipollenza per usare la scuola come ufficio di collocamento dei raccomandati della curia. Questo è l’ennesimo intervento a gamba tesa del Partito Democratico”.
Link: https://www.orizzontescuola.it/equipollenza-laurea-in-storia-delle-religioni-e-discipline-storiche-e-filosofiche-granato-si-tutelano-interessi-di-categoria-logica-spartitoria-assurda/
Data: 14/05/2021.

Da: orizzontescuola.it/
Scienze delle religioni e insegnamento delle materie letterarie, Rampi (PD): «Mio emendamento è un semplice atto di giustizia. Polemiche fuori luogo»
Intervista al senatore Roberto Rampi, che spiega gli obiettivi dell’emendamento da lui proposto.
Interview with Senator Roberto Rampi, who explains the objectives of his amendment.
“Roberto Rampi: «Il piano di esami della Laurea Magistrale in Scienze delle religioni è tutto centrato su filosofia, storia e materie letterarie. Per cui la sua equiparazione alla laurea magistrale in scienze storiche, scienze filosofiche e in antropologia culturale ed etnologia è un atto di riconoscimento di ciò che già è nei fatti, figlio di un approccio laico»”.
Link: https://www.orizzontescuola.it/scienze-delle-religioni-rampi-pd-mio-emendamento-e-un-semplice-atto-di-giustizia-polemiche-fuori-luogo-intervista/
Data: 15/05/2021.

Da: orizzontescuola.it
Laurea in Scienze delle religioni e insegnamento delle materie letterarie: ecco come stanno le cose
L’articolo si occupa di definire la figura del laureato in Scienze delle Religioni (LM 64), dalla sua formazione agli sbocchi lavorativi.
The aim of this article is to clarify the figure of who has a Master’s degree in Sciences of Religions (LM 64), his or her training and job opportunities.
“Il laureato in Scienze delle religioni è un esperto/studioso in storia delle religioni e antropologia delle religioni: si tratta di un percorso storico, inserito in alcune facoltà di lettere-storia e filosofia di università statali italiane”.
Link: https://www.orizzontescuola.it/laurea-in-scienze-delle-religioni-e-insegnamento-delle-materie-letterarie-ecco-come-stanno-le-cose/
Data: 15/05/2021.

Da: orizzontescuola.it
Scienze delle religioni utili per l’insegnamento di Lettere, Snadir risponde a Granato: «Inutile ostilità nei confronti del mondo cattolico».
Replica di Snadir (Sindacato Nazionale Autonomo degli Insegnanti di Religione) alle critiche della senatrice Granato:
Snadir (Sindacato Nazionale Autonomo degli Insegnanti di Religione) replied to senator Granato:
“«Ci risulta difficile comprendere l’intervento della senatrice Granato di “L’Alternativa C’è”. Cosa c’entra la CEI con un titolo culturale (Laurea in Scienze delle religioni – LM 64) che si consegue nelle Università statali italiane e non in quelle pontificie?» afferma in una nota lo Snadir.”
Link: https://www.orizzontescuola.it/scienze-delle-religioni-utili-per-linsegnamento-di-lettere-snadir-risponde-a-granato-inutile-ostilita-nei-confronti-del-mondo-cattolico/
Data: 15/05/2021.

Da: repubblica.it
Scuola, chi ha una laurea in Scienze delle religioni potrà insegnare Storia e Filosofia. Ma è polemica
Anche se tra molte polemiche, è stato approvato l’emendamento del senatore del PD Roberto Rampi, riguardo alla laurea in Scienze delle religioni (LM 64).
Although there has been much debate, the amendment by PD senator Roberto Rampi on the Master’s Degree in Sciences of Religions (LM 64) has been approved.
“Approvato l’emendamento del Pd. Scoppia la polemica. Il senatore Rampi: «Il mio è un semplice atto di giustizia»”.
Link: https://www.repubblica.it/cronaca/2021/05/16/news/scuola_chi_ha_una_laurea_in_scienze_delle_religioni_potra_insegnare_storia_e_filosofia_-301306630/
Data: 16/05/2021.

Da: micromega.net
La riconquista clericale della scuola.
Maria Mantello critica con veemenza l’emendamento Rampi e parla di clericalizzazione della scuola e di attacco alla scuola statale.
Maria Mantello vehemently criticizes Rampi resolution, describing it as an attempt to clericalze school and to attack the public schools.
“Un disegno diventato centrale nell’era berlusconiana e che adesso forse riesce ad arrivare al suo compimento. La svolta è avvenuta in occasione dell’approvazione in Senato il 13 maggio scorso delle misure per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, contenente un emendamento del senatore Pd Rampi, che permetterà ai laureati in Scienze delle religioni di occupare le cattedre di Filosofia, Storia dell’arte, Storia, Italiano, Latino, Greco… e molto altro ancora”.
Link: https://www.micromega.net/la-riconquista-clericale-della-scuola/
Data: 19/5/2021.

Da: espresso.repubblica.it
Abolire l’ora di religione.
L’articolo, a firma di Carlo Troilo, attacca l’emendamento Rampi ma confonde il profilo del laureato in Scienze delle religioni (laurea statale) a quello del laureato in Scienze religiose (titolo ecclesiastico).
The article, signed by Carlo Troilo, attacks Rampi amendment but superimposes the profile of who has a Master’s degree in “Scienze delle Religioni” (Sciences of Religions) on that of who has an ecclesiastical Master’s degree in “Scienze religiose” (Religious Sciences).
“È ora che tutte le associazioni e le forze laiche uniscano il loro impegno per modificare drasticamente la materia, decidendo per legge che sia abolita “l’ora di religione”, lasciando ai docenti di storia e/o di filosofia il compito di insegnare quel tanto di storia delle religioni (sottolineo il plurale) che certamente merita di essere conosciuto dagli studenti. Una battaglia da intraprendere avendo chiara la difficoltà dell’impresa, visto che la Chiesa si opporrà con tutti i mezzi a questa scelta, anche perché è noto che da quando la partecipazione all’ora di religione è diventata facoltativa vi è stato un significativo crollo degli studenti che l’hanno richiesta (in alcuni licei del Nord l’ora di religione è già concretamente scomparsa per mancanza di “richiedenti”)”.
Link: http://troilo.blogautore.espresso.repubblica.it/2021/05/23/abolire-lora-di-religione/
Data: 23/05/2021.

Da: micromega.net
Laurea in Scienze delle religioni e insegnamento: facciamo chiarezza
Andrea Nicolotti, Presidente di corso di laurea in Scienze delle Religioni di Torino, fa chiarezza sui contenuti e sugli obiettivi della LM 64, al fine di placare le polemiche e le incomprensioni, spesso generate dalla disinformazione.
Andrea Nicolotti, President of the Master’s Degree in “Scienze delle Religioni” at University of Torino clarifies the contents and objectives of the Master LM 64, in order to appease controversies and misunderstandings, often produced by misinformation.
“La laurea (soltanto magistrale) in Scienze delle Religioni è prevista dall’ordinamento italiano ed è una laurea statale. Già da anni essa è abilitante all’insegnamento di Filosofia e Scienze umane (A18) e di Filosofia e Storia (A19) nella scuola secondaria, assieme a una decina di altre lauree umanistiche; ciò avviene però dietro previo conseguimento di un numero di crediti in certi settori scientifico-disciplinari indicati dalla legge (rispettivamente 96 e 60 crediti prestabiliti). L’emendamento in discussione estenderebbe la possibilità di accesso anche all’insegnamento di alcune altre discipline, quelle già previste per chi ha conseguito la laurea magistrale in Scienze Storiche (LM 84), Scienze Filosofiche (LM78) o Antropologia Culturale ed Etnologia (LM 01); ovviamente, anche in questo caso, previo conseguimento del numero di crediti previsti per le materie in questione”.
Link: https://www.micromega.net/laurea-in-scienze-delle-religioni-e-insegnamento-facciamo-chiarezza/
Data: 25/05/2021.

Da: flcgil.it
Scienze delle religioni come scienze pigliatutto. Una bella facilitazione, che permette ai laureati in Scienze delle religioni di insegnar un bel po’ di discipline: una sorta di laurea pigliatutto.
L’articolo riprende un comunicato della Senatrice Granato (comparso anche su ROARS: https://www.roars.it/online/scienze-delle-religioni-come-scienze-pigliatutto-una-replica/). La critica all’emendamento si fonda a partire dalla confusione del titolo universitario statale (Scienze delle religioni, LM 64) con il titolo universitario pontificio (Scienze Religiose).
The article takes up a statement by Senator Granato (which also appeared on ROARS: https://www.roars.it/online/scienze-delle-religioni-come-scienze-pigliatutto-una-replica/). The criticism of the amendment is based on the ibridatioin between the State Master’s degree (Scienze delle religioni, LM 64) with the pontifical Ecclesiastical Master’s degree (Scienze religiose).
“La laurea magistrale in scienze delle religioni equivale a quella in scienze storiche, filosofiche e in antropologia culturale ed etnologia. il risultato di un emendamento all’art. 10 del decreto 44/2021, attualmente in esame alla Camera dei deputati, inserito dal senatore Rampi del PD e approvato in Senato giovedì 13 maggio, nella semplificazione delle procedure per i concorsi pubblici per l’emergenza da Covid”.
Link:
http://www.flcgil.it/rassegna-stampa/nazionale/scienze-delle-religioni-come-scienze-pigliatutto.flc
Data: 09/06/2021.

Da: orizzontescuola.it
Ora di religione, Granato: “Va abolita. É un dispendio di risorse per lo Stato. I docenti precari? Possono essere riassorbiti nelle scuole” [INTERVISTA]
L’intervista alla senatrice Granato sul tema dell’insegnamento della religione cattolica a scuola.
An interview with Senator Granato on the subject of Catholic Religion Education at school.
“Bianca Laura Granato è una delle più ferme sostenitrici dell’abolizione dell’ora di religione cattolica a scuola. Più volte ha espresso il proprio punto di vista secondo il quale la religione cattolica non può restare una delle discipline presenti, seppur a scelta, per gli studenti”.
Link:
https://www.orizzontescuola.it/ora-di-religione-granato-va-abolita-e-un-dispendio-di-risorse-per-lo-stato-i-docenti-precari-possono-essere-riassorbiti-nelle-scuole-intervista/
Data: 22/06/2021.